24
Giu

News dal mercato dell’acciaio: criticità, segnali di ripresa e appuntamenti importanti

Cosa ci dicono i dati del primo trimestre del 2021 relativamente al mercato dell’acciaio? Ci sono note positive e meno positive. Tutte però sembrano indicare che la produzione mondiale ha imboccato la strada della ripresa: l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE) ha infatti rivisto rispetto a dicembre 2020 le sue stime di crescita del PIL mondiale per il 2021, portandole dall’1% al 5,6%.

Diamo un’occhiata insieme ai dati più importanti relativi al mercato dell’acciaio e ai prossimi appuntamenti che interesseranno la siderurgia italiana.

Prezzi ancora in salita

Come abbiamo detto in apertura, l’industria in tutto il mondo sembra essere sulla via della ripresa dagli effetti della pandemia. Questo comporta un aumento della domanda di materie prime, che si traduce da un lato in più commesse per molte imprese, ma dall’altro lato in un incremento generalizzato dei costi delle materie prime.

Qualche esempio? Se il rame si è attestato al +47% rispetto a prima della crisi del Covid, per l’acciaio l’associazione europea dei distributori Eurometal parla di un aumento dei prezzi del +125% rispetto allo scorso luglio.

La situazione dell’acciaio in Europa

I Paesi dell’UE, secondo la World Steel Association, hanno registrato un incremento medio della produzione di acciaio del +17,5% nel primo trimestre del 2021. Tuttavia questo dato non è sufficiente a coprire la domanda dell’industria europea, che si trova nella necessità di rivolgersi altrove per acquistare l’acciaio.

L’Italia e l’agenda europea

L’approvvigionamento di acciaio è un problema particolarmente sentito in Italia, Paese di trasformatori: l’introduzione nel 2019 dei dazi al 25% sul superamento delle quote di importazione stabilite dalla Commissione Europea ha infatti avuto un impatto importante sulla siderurgia del nostro Paese.

La Commissione è chiamata ad esprimersi in merito alla conferma, al ridimensionamento o all’eliminazione dei dazi. Una decisione particolarmente attesa da chi lavora nel settore dei laminati piani, che in questo momento sta vedendo incrementi settimanali dei prezzi dei coils.

Anche la tua azienda ha visto un incremento delle commesse in questi primi mesi del 2021? Lo stop mondiale ai lavori che abbiamo vissuto un anno fa ha determinato uno spostamento in avanti nel tempo dell’avvio di diversi cantieri.

Ora più che mai le aziende hanno bisogno di un partner affidabile che sappia garantire lavorazioni a regola d’arte e tempi certi: scopri i servizi che può offrirti solo Officine Barnobi con l’esclusiva formula ProjectLAM per i prodotti in lamiera.

Scopri di più qui

 

Michela Barnobi – Socio amministratore Officine Barnobi